logo indipendenza

Il complice silenzio delle Cancellerie occidentali e la mistificazione vergognosa dei nostri media nazionali sul genocidio di innocenti in corso nella Striscia di Gaza, ha spinto il Movimento Indipendenza ad indire un flash mob di protesta, svoltosi questa mattina a Roma nella storica cornice dell’Ara Coeli, dove un gruppo di militanti guidati dal Presidente Massimo Arlechino e dal Vicesegretario Nicola Colosimo, hanno srotolato un drappo rosso lungo i sessanta metri della scalinata a simboleggiare il sangue versato in questo conflitto ed esposto uno striscione recante la scritta “Gaza: basta sangue”. 

Le continue stragi a cui il mondo assiste inerme stanno dimostrando come gli sforzi diplomatici compiuti finora per il raggiungimento di un cessate il fuoco in Terrasanta siano stati del tutto insufficienti. 

Solo quattro giorni fa, oltre un centinaio di cittadini palestinesi sono stati trucidati dall’esercito israeliano mentre aspettavano gli aiuti umanitari. Un atto riprovevole rispetto al quale non si può rimanere in silenzio. Sulle guerre che stanno martoriando l’Europa ed il Mediterraneo, il Movimento Indipendenza si è sempre schierato dalla parte della Pace, per la tutela sia delle popolazioni colpite sia dei nostri interessi nazionali – minati dalle ricadute economiche di conflitti che ci vedono sempre più coinvolti – contro la nauseante propaganda bellicista del Governo italiano e della NATO.

Il Movimento Indipendenza chiede che, se l’invasione di Gaza non sarà subito fermata, vengano applicate delle sanzioni e l’embargo su tutte le forniture industriali e militari ad Israele. Solo così si riuscirà a fermare quello che rappresenta uno dei più gravi massacri di questi anni e rischia di essere l’avvio di una escalation incontrollabile che può coinvolgere tutto il Medio Oriente ed il Mediterraneo.

RispondiInoltraAggiungi reazione