LA SVOLTA CONSERVATRICE HA FALLITO. IN TUTTA EUROPA TORNA IL SOVRANISMO. MA NON BISOGNA SBAGLIARE DI NUOVO. 

All’inizio di questo decennio ci dicevano che il sovranismo era finito: deludente la Brexit, Trump battuto da Biden , Macron su Marine Le Pen, in Italia Salvini in declino. Era il tempo della svolta conservatrice: difendiamo i valori, ci dicevano, ma dobbiamo essere realisti. Sostenere Ursula von der Leyen in Unione Europea, schierati con l’Occidente nella guerra in Ucraina, indulgenti con Netanyahu perché… è di destra. Difendiamo i valori, ci dicevano, ma dobbiamo essere liberisti e aperti alla globalizzazione. Oggi (dopo l’inchiesta di Fanpage) ci dicono difendiamo i valori, ma dobbiamo rinnegare la memoria e tutto il passato. Come se fosse possibile avere valori, senza avere identità e radici. Giorgia Meloni, dopo aver vinto le elezioni sembrando sovranista, arrivata al Governo diventa la campionessa del neo-conservatorismo americano, pronta ad esportarlo in tutta Europa. E poi? Nelle elezioni europee non vincono i conservatori, ma i movimenti più sovranisti. Orban nel Parlamento europeo crea il gruppo dei “Patrioti” in critica radicale all’Europa di Ursula. I conservatori britannici di Sunak vengono stracciati dal labour e da Farage. Mentre negli USA scoppia il panico per il ritorno di Trump… Intanto continua ad avanzare il mondo multipolare, dalla Russia alla Cina, all’India, dal mondo islamico al Brasile, all’Africa, uniti dall’alleanza dei BRICS, una crescita oggettiva di fronte a cui l’Occidente non sa fare altro che predicare lo scontro frontale. Sta tornando il sovranismo. Ma quale sovranismo sarà? Come faremo a non sbagliare ancora? NE PARLEREMO A ORVIETO ’24, con tutti i protagonisti di questa nuova stagione, in Italia e nel Mondo, partendo dai drammi quotidiani degli Italiani, ma spiegando che questi drammi non si possono risolvere se non si parte da una visione più lucida e più profonda. Noi stiamo lanciando l’idea del SOVRANISMO SOCIALE, per chiarire subito che SOVRANISMO E LIBERISMO NON POSSONO STARE INSIEME. Perché se ti consacri al “libero mercato” non puoi difendere la sovranità nazionale e gli interessi del tuo popolo, non puoi fermare quelle multinazionali che divorano l’economia reale e il lavoro degli italiani. Perché SE SEI PER UN MERCATO SENZA LIMITI E SENZA REGOLE, NON PUOI ESSERE CONTRO L’IMMIGRAZIONE SELVAGGIA, che non è nient’altro che IL LIBERO MERCATO DEI NUOVI SCHIAVI. Perché, se sei con l’Occidente quando ci sono le guerre militari ed economiche, poi non puoi non accettare i valori e i modelli dell’Occidente, l’ideologia gender, la transizione green, la transizione digitale e la dittatura sanitaria… Soprattutto, le cose non si possono fare a metà, se sei per la sovranità nazionale e popolare devi crederci fino in fondo. Devi essere per l’INDIPENDENZA delle Nazioni e l’auto-determinazione dei Popoli. Che non è nazionalismo, né chiusura in se stessi, ma, esattamente al contrario, è apertura al nuovo mondo multipolare, dove tornano la diversità e la molteplicità delle identità e delle sovranità. DAL 26 AL 28 LUGLIO AD ORVIETO CHIAMIAMO A RACCOLTA CHI NON SI È RASSEGNATO, CHI NON SI È VENDUTO, CHI VUOLE ANCORA SPERARE. PER COSTRUIRE INSIEME IL SOVRANISMO SOCIALE.

Di seguito è possibile scaricare il link con il programma completo di ORVIETO ’24